Alghero Tourist itineraries

Dalla torre dell'Esperò Real parte la passeggiata a mare che diviene, sul far della sera, una meta piacevole e frequentata. Partendo da sud, al lungomare Dante seguono i lungomare Cristoforo Colombo e Marco Polo, sui quali sorgono una serie di antichi bastioni fortificati che conducono fino al porto. Non lontano dalla scalinata che porta all'antica Porta a Mare, sorge l'imponente mole del Forte de La Magdalena, importante fortificazione di epoca spagnola, sulle cui mura una lapide ricorda lo sbarco di Garibaldi il 14 agosto del 1855.

Sulla piccola piazzetta Duomo si apre il portale della Cattedrale di Alghero dedicata a Santa Maria, edificata nel XIV secolo e che assunse l'attuale aspetto intorno alla metà del '500. Lo stile architettonico è tardo-gotico di ispirazione catalana e la struttura è sormontata da un campanile ottagonale della stessa epoca. Ma è forse la chiesa di San Francesco il più significativo monumento catalano di tutta la Sardegna. Edificata alla fine del Trecento e poi in parte ricostruita a causa di un crollo nei primi del '600, la chiesa mostra le diverse fasi costruttive: il campanile è in stile gotico; la cupola, rivestita di piastrelle policrome, è diventata il simbolo della città. D'estate, il suo chiostro diventa scenario di concerti e manifestazioni culturali. Altre chiese di sicuro interesse sono quella seicentesca del Carmine coi suoi altari lignei barocchi, la chiesa del Rosario, di antica fondazione romanica e oggi ospitante il Museo Diocesano di Arte Sacra, e le chiese di San Michele e della Misericordia risalenti anch'esse al '600.

Caratteristica algherese sono anche i bellissimi palazzi aragonesi, come la Casa de Ferrera, che nel 1541 ospitò l'imperatore Carlo V, Casa Doria o Palazzo Peretti in stile gotico-catalano. Più tardi invece il Palazzo Civico, costruito intorno alla prima metà del XIX secolo e contraddistinto dalla monumentalità e l'eleganza delle forme neoclassiche, il Palazzo Lavagna, edificato nel 1873 e caratterizzato da un’elegante facciata di gusto neoclassico, e Villa Sant'Elia, realizzata fuori dall'abitato tra i secolo XIX e XX e che riprende il modello del castello medievale. In stile sempre neoclassico anche il Teatro Civico, realizzato nella seconda metà dell'800.

Anche dal punto di vista archeologico Alghero offre visite indimenticabili. Da non perdere il complesso nuragico di Palmavera, costituito da un corpo centrale con due torri, un antemurale e un villaggio di capanne edificati in varie fasi; il complesso di Sant'Imbenia, costituito da un nuraghe e da un villaggio di capanne; la necropoli di Anghelu Ruju, risalente al Neolitico finale, ma utilizzata fino all'età del Rame e del Bronzo, costituita da 38 domus de janas scavate nell'arenaria e caratterizzata dall'uso dell'ocra rossa che allude al colore del sangue e della rigenerazione; la necropoli di Santu Pedru, costituita da una decina di domus de janas.

Ulteriori mete di una visita alla suggestiva cittadina catalana potrebbero essere inoltre quelle al Museo archeologico e storico-etnografico Sella e Mosca, ospitato all'interno della tenuta vinicola omonima, e il Museo naturalistico Mare Nostrum Aquarium, con un'esposizione comprendente fauna marina e d'acqua dolce. Dal punto di vista naturalistico è invece indispensabile una gita nell'area marina protetta Capo Caccia - Isola Piana, nelle cui acque si affaccia lo spettacolare sperone roccioso di Capo Caccia appunto, paradiso delle grotte sottomarine. Qui si trova, tra le altre, la grotta di Nettuno, che ospita ambienti resi suggestivi dalla presenza di stalattiti e stalagmiti e raggiungibile via mare o attraverso i numerosi gradini della Escala del Cabirol che copre un dislivello di 110 metri.

Tra le tradizioni che hanno fatto di Alghero una delle mete principi del turismo isolano sono da segnalare quelle eno-gastronomiche: piatto eccezionale di queste terre l'aragosta cucinata alla catalana secondo l'antica ricetta, cui si accompagna sempre un buon vino prodotto nelle cantine locali, pluripremiate per la loro alta qualità. Di estremo interesse poi i riti della Settimana Santa, che ad Alghero sono particolarmente sentiti. Essi coinvolgono numerose confraternite sia italiane che catalane e sono organizzati dalla Confraternita della Misericordia, detta anche dei Germans Blancs; al centro dei festeggiamenti il simulacro seicentesco in legno del Crocifisso, Lo Sant Crist de la Misericòrdia, custodito dalla Confraternita del Gonfalone nella chiesa della Misericordia. 
Sardegna Turismo)

 
casa vacanze Villanova Monteleone: particolare dell'interno Casa Paganini: particolare della camera da letto Alghero
See also:
case vacanze alghero
Along the ancient walls
Un itinerario suggestivo lungo le mura e le torri Catalano-Aragonesi che cingono il centro storico
case vacanze alghero
History, culture and shopping
 
     
 
 
Pà Blanc Bed and Breakfast - Via Bernini n. 28, 07041 Alghero (SS) - Tel./Fax (+39) 079 9739634 - (+39) 333 8578630
 
credit cards
2015 nike running scarpe 2015 running nike scarpe 2015 free running nike nike running 2014 2015 nike for running